Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
13 luglio 2012 5 13 /07 /luglio /2012 14:29
Di quel giorno
ricordo il sole.
Agosto.
Strano mese
per morire.

Non ho mai
percepito
il suo calore
in quell'anno.
Poteva essere 
Dicembre.
Era freddo.
Tanto freddo
il mio cuore.
le nostre strade
da sempre
parallele
da quel giorno
sarebbero cambiate.

Tu in cielo.
Io in terra.
La stessa terra
che presto
ti avrebbe
consumata
sino alle ossa.
la stessa terra
che un dì
ti aveva accolta.

Ricordo il tuo
abito elegante,
color salmone.
La camicetta
di seta.
Ricordo la rosa rossa
che ti posai in grembo
e quella mia finta
compostezza.

Piu' grande è il dolore
piu' e' grande la volonta'
di non mostrarlo.
Indossai la mia maschera
di ferro con maestria.
Non versai lacrime.
Non si incrino' la voce.

Guardai il tuo volto
senza vederti.
Guardai a te
senza riconoscerti.

Ti avevo salutata
milioni e milioni di volte
nella tua agonia.
Sapevo che il momento
sarebbe giunto.
Il devasto,mamma,
era appena iniziato.
Vertigine senza fine
per questo amore
eterno,smisurato
per te.

Di quel giorno
ricordo tutto il peso
angosciante di una figlia
che insieme alla madre
seppellisce il proprio cuore.

Il dolore non sempre
si misura dalle lacrime versate.
Il mio si pesa nel silenzio.

Helga Carpini@

12 Luglio 2012

 

Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Blog di helgacarpini
  • : Pensieri, racconti e poesie, tutto quello che viene pubblicato e' protetto dai diritti di autore e di proprieta' esclusiva dell'autrice : Helga Carpini
  • Contatti

Testo Libero

Link