Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
6 giugno 2012 3 06 /06 /giugno /2012 10:16

1043439188_da99ca37c8.jpg

Erika

la notte non attende.

 

Il tempo non è un ponte

tra noi.

 

Satelliti di due pianeti

opposti.

 

Non scrivo mai di te.

Non penso mai a te.

 

Strade diverse del solito

mondo .

 

Isola in un deserto.

Pino marittimo in montagna.

 

Desolazione e solitudine

non per scelta mia.

 

Diverso il parlare.

Opposto il pensare.

 

Stravagante tu per me.

Stonata io per te.

 

Fatico a scrivere ,

io che ho il mondo

in una penna.

 

L'inchiostro si fa salato

come una lacrima.

 

Amaro questo cupo

inchiostro nero .

 

Amaro di dolore 

e incomprensione.

 

Nessuno ti ha escluso

da questa vita

ma tu sempicemente

sei sparita.

 

Svanita tra ponti e montagne,

oltre muri di cemento

invalicabile .

 

Non ho messo io mattone

sopra mattone.

 

Non ho fatto io la tua

desolazione.

 

Le mie labbra 

è da tempo che non pronunciano

il tuo nome ,

 

da troppo tempo non cercano

di te.

 

Piccola , fragile , sorella.

 

Tre parti di un solo tutto :.

 

Il Sole ; la Luna e la Tempesta.

Di te il ricordo è quel che resta.

 

 

 

Helga Carpini@

 

6 Giugno 2012

 

 

Condividi post
Repost0
5 giugno 2012 2 05 /06 /giugno /2012 10:31

Giugno.jpg

Giugno.

Dignita'.

Tra instabili

tremori

e il morir

di fiori.

 

Mormora

l'Estate 

e ancor

non sboccia .

Indecisa

tra nuvole

e pioggia.

 

Ghirlande

di pensieri

e pregiudizi

mentre la miseria

è l'unica a fruttare

tra alberi  nudi

 

e lo sperar del mare.

 

Questo giugno 

non ha voglia di cantare

ma solo il mormorar di 

silenti preghiere.

 

 

Helga Carpini@

 

5 Giugno 2012

 

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
5 giugno 2012 2 05 /06 /giugno /2012 07:05

3159017746_8ae2a542cc.jpg

Tu pensa all'adesso

come ad un frammento di tempo.

Ora lo guardi preoccupata,

domani sara' solo un sasso

nella tasca della tua memoria.

 

Una pietra che potrai decidere

di dimenticare.

 

Helga Carpini

 

5 Giugno 2012

Condividi post
Repost0
4 giugno 2012 1 04 /06 /giugno /2012 08:53

Strana associazione ,la mia.
Ricordi e dolore disseminati e sparsi
a caso sul cuore.

Minuscoli frammenti sui quali
cammino scalza,consapevole
di ogni ferita autoinflitta.

Sono sbarre impenetrabili
che non riusciro' mai a vincere
completamente .

Una finestra sul mondo
mai completamente aperta.

Helga Carpini@Ricordi-e-dolore.jpg

Condividi post
Repost0
4 giugno 2012 1 04 /06 /giugno /2012 07:15
La prima volta
che ti ho visto..
minuscolo
sul mio seno
con enormi
occhi blu.
Occhi che
con il tempo
sono rimasti
grandi
ma hanno
cambiato colore
azzurri
verdi
ora sono
più scuri..
ma hanno
mantenuto
intatto
lo sguardo
acuto e intenso
la capacità
di guardare
dentro.
Spesso
mi perdo in te
per ritrovare
un po' di me.
La somiglianza
è strabiliante.
Anche la tua
saggezza
è sconvolgente.
Così adulta
Così profonda.
Come il legame
che ci unisce
Come l'amore
dal quale sei nato.
Smisurato e grande
è questo amore
che fiorisce
nel cuore
e non muore.
Sei parte
e specchio
di me
Sei parte
migliore
di me.
Come una
goccia
divenuta
mare.
Osservo questo
mare e mi sento
solo goccia.
Bambino mio
così sensibile
e così saggio
ti ha fatto Dio.
Pieno di luce
è il tuo temerario
cuore..

Un bacile di colori
è la tua anima.

Helga Carpini@

11 luglio 2011

 

con infinito amore ,

mamma <3Alessandro-io-e-meo.jpg

Condividi post
Repost0
3 giugno 2012 7 03 /06 /giugno /2012 18:04

Siediti con me.
Ascolteremo il Cielo.
Le nuvole sorseggiano
l'ultima sera.
La notte assaggia
il nostro letto.

Siediti con me.
Aspetteremo i sogni,
ne afferreremo i lembi
a quattro mani
e sceglieremo insieme
un nuovo sentiero.

Verrà il vento.
Giungerà l'aurora.
Avrà in seno
un nuovo albore.
Vieni.
Siediti con me.

Helga Carpini@seduta.jpg

Condividi post
Repost0
3 giugno 2012 7 03 /06 /giugno /2012 08:12
guerriera.jpg

Solitaria come un lupo nella foresta.
Libera come un'aquila nel cielo.
Irreale come la farfalla.
...una guerriera con il potere
della jena e il coraggio di una leonessa.

Questo è lo spirito di ogni guerriera.

Helga
 Carpini
Condividi post
Repost0
3 giugno 2012 7 03 /06 /giugno /2012 06:43
"Noi siamo quello che siamo:
una tempesta d'eroici cuori,
sempre la stessa;
provati dal tempo e dal fato,
ma duri,sempre, in lottare,
cercare e trovare.Né cedere,
mai."
Tennison

Non cederò mai.L'ho promesso,tanti anni fa,sul suo letto di morte,stringendole la mano ormai priva di forza mentre ,caparbia,cercava a sua volta di non soccombere al male che l'aveva prima devastata e poi vinta.Per la prima volta,da che ne avessi ricordo,ho visto mia madre lottare tenacemente.Solo allora ho capito quanto amasse la vita e quanta forza risiedesse in lei.Allora cercava conforto nella mia presenza accanto al suo letto o nei miei abracci dove la disperazione veniva soffocata dalle urla dei nostri silenzi..
poi se ne è andata e con lei è morta anche una parte di me:la ragazzina pestifera e incontenibile,arrabbiata con tutto e tutti se ne è andata per sempre.Quando è morta mia madre è morta anche la figlia.Non rivestirò più questo ruolo,mai più.
A distanza di anni la cerco ancora,cerco il suo volto nei miei ricordi,ricerco la sua voce con la mente,nella paura insostenibile di dimenticarla.Quasi me ne vergogno così come mi vergogno di ciò che è chiuso nell'armadio.E' lì,chiuso nell'armadio che nascondo il mio tesoro.Lo conservo come fosse una reliquia,un cimelio di valore inestimabile che,a suo tempo,è passato dalle mani di mia nonna a quelle di mia madre e da lei è giunto sino a me:lo scialle.
In esso sono racchiusi i ricordi di tre generazioni:sessant'anni fa mia nonna vi ci avvolse per la prima volta il corpicino di mia madre appena nata e poi,dopo di lei,tutti gli altri figli.
Quello stesso scialle è stato utilizzato anche per me,quando sono nata,tanti anni fa.Mia nonna lo ha donato a mia madre e,da allora,nelle notti insonni e fredde,lo scialle ha coperto le sue spalle stanche e i sonni fugaci delle mie sorelle.
Se penso a lei la vedo sempre con lo scialle:nero,pesante fatto a maglia larga con tanti piccoli fili bianchi che quasi ne sottolineano l'età antica.
Caldo,avvolgente come un abbraccio.
Mia madre me lo ha affidato quell'ultima estate,poco prima della sua morte,con la promessa che ne avrei avuta cura.Con la promessa che non avrei mai ceduto.Me lo fece promettere .E io l'ho fatto.
Ma ci sono notti, come questa,in cui tutti dormono:mio marito,i miei figli e forse anche Dio..è in una notte così che,quando il sonno tarda ad arrivare che io apro l'armadio,prendo lo scialle nascosto sul fondo e lo indosso chiudendo gli occhi nel buio della stanza.Il cuore martella forte nel petto come il vento in tempesta scuote le mura della casa.E allora,solo per un attimo,soltanto per un attimo,la mia anima cede rivelando tutto il dolore che la devasta.


Questo brevissimo racconto era nato inizialmente come poesia nel 2000..e solo otto anni più tardi ne ho fatto questo racconto..Mamma tvb...

Helga Carpini@lo-scialle.jpg


tutti i diritti riservati
Condividi post
Repost0
1 giugno 2012 5 01 /06 /giugno /2012 20:10

2555052234_3b79ab51d5.jpg

Immorale pensiero 

ha l'immortale.

onnipotente presunta forza

 

[potente quanto possente]

 

D'oro il suo capo cinto.

 

[autoproclamatosi re ]

 

Bocca di bronzo,

d'avorio il suo dire

 

[saccente,presuntuoso verbo ]

 

Corpo di acciaio temperato

 

[d' immodestia e virtude assente]

 

Prode guerriero:

arco, faretra e dardo

 

[fulmine, cielo e saetta ]

 

Cuore di cementizia

petrosa freddezza.

 

[ sentimenti iniqui ]

 

Gambe di ferro

 

[vile,vile,vile metallo]

 

Cotanta potenza

posata sul nulla

 

[miseri piedi d'argilla]

 

Verra'.Verra' la pioggia

e mutera' que' molli piedi in piaggia

 

[eterna tomba l'arenile abbandonato ]

 

a chi , credendosi invincibile,

ha voluto Dio, l' Eterno, sfidare.

 

Sara' il mare a ravvivare dolore

strappando gemiti e granelli

a colui che d'eternita'

s' era scioccamente invaghito.

 

[convinto di non aver piu' nulla da imparare]

 

tanto lui era l'immortale

 

[era ,era.Non è ]

 

Nessuno spartira' le sue vesti

vincendole a dadi.

 

[Nessuno ricordera' il suo nome ]

 

 

Helga Carpini@

 

1 Giugno 2012

 

Condividi post
Repost0
31 maggio 2012 4 31 /05 /maggio /2012 20:25

Mi finsi limone per ingannar poeta.
Divenni fiore per essere adulata.
Mutai in farfalla per essere ammirata.
Poi diventai donna per essere amata.


Diventai poeta per scrivere di te... 
Mi finsi ape per poter cogliere il tuo nettare... 
Restai bruco per non offuscare la tua bellezza... 
Poi divenni uomo per amare te.

By Helga Carpini & Vittorio Zetadue @tutti i diritti riservati 
nuda-immagine.jpg

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Blog di helgacarpini
  • : Pensieri, racconti e poesie, tutto quello che viene pubblicato e' protetto dai diritti di autore e di proprieta' esclusiva dell'autrice : Helga Carpini
  • Contatti

Testo Libero

Link