Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
6 dicembre 2013 5 06 /12 /dicembre /2013 10:54

E l' amore pianse ,
ormai orfano di padre
e di madre .

Pianse per l' assenza
di cuori da abitare .

Non aveva trovato

strade da percorrere ,

non aveva trovato

fiumi da risalire.

Privato di ogni sentimento.

Scalzo di ogni possibile calzare.

Nudo e spogliato

di ogni sua veste ,

si ritrovò bambino .

Un bambino abbandonato

dal mondo .

Un mondo che abusava

del suo nome

in continuazione .

Una vuota parola , oramai ,

sulla bocca di chiunque,

ma privata di tutte

le emozioni e spogliata

di ogni sentimento .

E l' Amore fuggì.

Fuggì da ogni luogo .

Fuggì da ogni desolazione.

Fuggì da ogni rumoroso fragore.

Sospeso nel suo limbo

di non appartenenza ,

rimase chiuso nel suo silenzio.

Perchè l' amore c' è.

Perchè l' amore è.

E nel suo esserci ed essere

è racchiusa tutta la magia

della sua forza.

Cosa è il mondo se l' Amore tace ?

Pensate a un mondo dove l' Amore muore.

Eppure l' uomo lo uccide ogni giorno

usandolo e abusandolo nel suo

eccedere in parole .

Helga Carpini@

6 Dicembre 2013

Condividi post
Repost0
18 maggio 2013 6 18 /05 /maggio /2013 13:49

Dententori del nulla. 
L'oblio è il loro ristoro. 
Avanzano di vittorie mancate 
perduti nei loro sogni, 
avvinti e vinti in perdute guerre 
dove gli altari sono cori di sangue e senza santi. 

Helga Carpini 

08/05/2013

Condividi post
Repost0
18 maggio 2013 6 18 /05 /maggio /2013 12:47

scrivere.jpg

Scrivo di te . 
Scrivo per dimenticare il dolore alieno. 
Scrivo perchè la sofferenza è in me veleno. 
Non ritrovo i corridoi percorsi ,solo scale e porte da aprire . 
Dietro me la penombra è memoria di usci chiusi . 
Dietro me ricordi nitidi del tuo sorriso , 
la tua Luce ora sfugge al mio raziocinio . 
E' un errare cieco il mio cammino. 
Un brancolare affranto nell' incomprensione di quello che un tempo , un tempo ora distante, mi sembrava tanto limpido. 

Sono certa di quella stanza che ora stai preparando .Sono certa che lo stai facendo per me. 

Ma io non farò in tempo.Non riuscirò mai più a trovare quella porta . 

Un muro eterno . 
Un invalicabile cancello tra te e me . 

Ora. 

Helga Carpini 

16 Maggio 2013

Condividi post
Repost0
9 aprile 2013 2 09 /04 /aprile /2013 07:39

anima bella

La mia stanza. 
Non ho più le chiavi. 
Una porta chiusa per sempre. 
Senza angoli. 
Un' unica parete . 
Luce dalle finestre del cuore. 
Gli occhi senza dolore. 
Pavimenti di porcellana bianca. 
Piedi che non avranno mai freddo. 
Affondati e fusi nel languore. 
Gigli adornano il soffitto. 
Nessun cielo rivolge il suo sguardo a quest' anima . 
Sono solo una luce , 
un bagliore . 
Una fiamma di intensità sulla terra. 

Non ridatemi le chiavi. 
Non voglio uscire . 
Non voglio entrare. 
Voglio essere la stanza . 

Helga Carpini 

09/04/2013

Condividi post
Repost0
4 aprile 2013 4 04 /04 /aprile /2013 07:23

Presagi dettati dal cielo. 
Infami insegne ne oltraggiano i prati. 
Non timide foglie . 
Non aulenti fiorami. 
Lapidi grigie estorte alla vergogna. 
Sono gole profonde senza fondamenti. 
Di pensieri arguti totalmente assenti. 
Spade e non rami si alzeranno dalle strade. 
Non risa di bimbi ma tamburi di guerra. 
Mai sante , mai giuste, mai vere . 
Eterne battaglie portano morte e sangue . 
Gli eroi inventati per dare valore al valor della polvere ,e alla povera gente. 

Il cemento è nel cuore .Non volerà del suo pindarico volo. 

L'armonia è speranza dentro questa stanza. 
L'armonia dell' inchiostro sulla carta . 
Armonia di parole che si nutrono e si saziano di eterne finestre. 
La vita danza . 
La vita è cemento, armonia e distanza. 

Helga Carpini@ 


03 Aprile 2013

Condividi post
Repost0
22 febbraio 2013 5 22 /02 /febbraio /2013 10:38

Ancora quell' abito

pesante.

 

Tessuto di dolorose

perle.

 

Saggezza altrui,

sapienza non mia.

 

Per quanto io chuda

l' odiosa porta, rientra,

spaventoso sole,

dalla finestra.

 

Non possiede finestre

il mio cuore.

 

Priva di braccia

indosso nuovo dolore.

 

Di pietre e perle

è la mia veste

.

Helga Carpini@

 

 

22 Febbraio 2013

Condividi post
Repost0
11 febbraio 2013 1 11 /02 /febbraio /2013 11:00

Alessandro io e meo

La prima volta
che ti ho visto..
minuscolo
sul mio seno
con enormi
occhi blu.
Occhi che
con il tempo
sono rimasti
grandi
ma hanno
cambiato colore
azzurri
verdi
ora sono
più scuri..
ma hanno
mantenuto
intatto
lo sguardo
acuto e intenso
la capacità
di guardare
dentro.
Spesso
mi perdo in te
per ritrovare
un po' di me.
La somiglianza
è strabiliante.
Anche la tua
saggezza
è sconvolgente.
Così adulta
Così profonda.
Come il legame
che ci unisce
Come l'amore
dal quale sei nato.
Smisurato e grande
è questo amore
che fiorisce
nel cuore
e non muore.
Sei parte
e specchio
di me
Sei parte
migliore
di me.
Come una
goccia
divenuta
mare.
Osservo questo
mare e mi sento
solo goccia.
Bambino mio
così sensibile
e così saggio
ti ha fatto Dio.
Pieno di luce
è il tuo temerario
cuore..

Un bacile di colori
è la tua anima.

Helga Carpini

11 luglio 2011

Condividi post
Repost0
8 febbraio 2013 5 08 /02 /febbraio /2013 18:27

Il tuono.

Ancora il cielo è scosso.

Poco importa che esista il sole.

 

Il sole non scalderà mai più

il tuo cuore .

 

Tutto si è fermato , congelato

nell' istante.

 

La vita avvolge tutto :

le mura della casa sono vive .

La gente è presa dal suo andare.

 

Frenetico il tempo scalpita 

e corre .Inesorabile misura

del nulla.

 

Non respiro .Il dolore è muto

come lo è il tuo petto.

Non ero lì nel tuo triste tramonto.

 

Non ho assistito alla morte del

girasole .

Ma quel tuono l' ho udito .

Distinto il suono della morte.

 

Le ombre hanno  avvolto il Sole.

Ancora non ho ripreso a respirare.

 

 

Helga Carpini@

 

08 Febbraio 2013

Condividi post
Repost0
7 gennaio 2013 1 07 /01 /gennaio /2013 13:00




Nella mia scatola del tempo 
non vi troverai il vento .
Sarà senza età e senza tempo
il mio amore in essa racchiusa .
Pochi oggetti nella polvere ,
nessun tesoro , niente oro .
Le mie trine intrise di lacrime ,
le mie perle senza filo .
Tutte le parole che ho scritto 
e cantato , gli abbracci dati e ricevuti .
Ci sarà il blù della mia notte ,
e una stella brillante caduta in mare.
Le orme perdute sulla tua sabbia ,
un deserto di nebbia e di gelo interiore .
Ecco il mio cuore , sul fondo , perduto .
L' ho perso sulla via della redenzione .
Non scriverò il mio nome , ma il nome di tutti .
Cosa resterà dell' uomo e di noi 
quando moriranno le speranze ? 

Helga Carpini@

5 Gennaio 2013scatola-fatina-.jpg

Condividi post
Repost0
20 dicembre 2012 4 20 /12 /dicembre /2012 09:25

Quel che rimane 

non mi basta .

Non basta

quel che resta 

di questa  vita 

e solo di questa.

 

Non ne avrò un' altra .

Nessun altro giro ,

nessuna altra festa .

Tutte le possibilità

sono su questo tavolo ,

in questo gioco ,

solo una partita.

 

Che cosa resta 

è solo un sogno .

Non lo posso comprare.

Non ha prezzo .

Non è in vendita.

 

Solo una vita .

Una sola partita.

Da conquistare.

 

 

Helga Carpini@

 

20 Dicembre 2012

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Blog di helgacarpini
  • : Pensieri, racconti e poesie, tutto quello che viene pubblicato e' protetto dai diritti di autore e di proprieta' esclusiva dell'autrice : Helga Carpini
  • Contatti

Testo Libero

Link